Il presidente Napolitano ha conferito l’incarico di formare il nuovo Governo ad Enrico Letta, deputato e vicesegretario dimissionario del Partito democratico. Letta (foto by InfoPhoto) ha ricevuto in tarda mattinata al Quirinale il mandato formale, che ha accettato con riserva.

Si tratta quindi del primo passo per un governo di larghe intese. Questo esecutivo dovrebbe ricevere l’appoggio da parte di Pd, Pdl e Scelta civica. E’ quanto emerso dopo il deciso discorso d’insediamento del Presidente della Repubblica, che ha calorosamente invitato i partiti a smetterla con i giochi delle parti e creare un accordo serio per traghettare il Paese fuori dalla pesante crisi in cui è precipitato.

Enrico Letta è nato a Pisa il 20 agosto 1966. E’ nipote di Gianni Letta, ex sottosegretario e uno dei principali collaboratori di Silvio Berlusconi. Il giovane Letta è laureato in Scienze politiche e specializzato in Diritto delle comunità europee. Ha cominciato la propria carriera politica nella Dc, ricoprendo dal 1991 al 1995 il ruolo di presidente dei giovani democristiani europei.

Dal 1997 al 1998 è stato vicesegretario del Partito popolare italiano. Dal 1998 al 2001 è stato ministro dei due governi D’Alema, alle Politiche comunitarie e all’Industria, per la Margherita. E’ stato eletto per la prima volta alla Camera nel 2001. E’ stato parlamentare europeo dal 2004 al 2006, nell’Ulivo. Nel 2007 ha concorso alle primarie per la segreteria del Partito democratico.