È stata un’emozione indescrivibile per il team dell’ospedale veterinario universitario di Lodi, che fa capo alla Statale di Milano, che si è visto arrivare in sala operatoria un grande felino di 200 kg affetto da tumore. “Era la prima volta che mi trovavo a una distanza così ravvicinata da una tigre. È stato divertente ed emozionante, ammetto che operarla mi ha dato una certa soddisfazione” ha spiegato il prof. Damiano Stefanello, come riportato dal Corriere.it.

La tigre si chiama Obelix, ha vissuto dodici anni nel Parco faunistico Le Cornelle di Valbrembo (Bergamo) ed era affetta da un tumore sulla schiena. Andava operata il prima possibile anche se non è stato per niente facile:

Con un paziente del genere la visita si può fare solo a distanza, attraverso le sbarre, ma è bastato.

L’animale è stato sedato al parco e poi trasportato in ospedale per un’operazione che è durata tre quarti d’ora e che è perfettamente riuscita. Soddisfatti i medici di Lodi. Effettuati anche alcuni esami su Obelix la quale ha un principio di artrosi a una zampa anteriore: per questo motivo zoppica da tempo. “Obelix è un cucciolone ma è sempre meglio non correre rischi” ha spiegato Davide Guadagnini.

Adesso la tigre sta meglio.