Papa Francesco arriva sull’isola di Lampedusa, per pregare per tutti gli immigrati che ce l’hanno fatta e, soprattutto, per coloro che hanno perso la vita nel viaggio della speranza. Ironia, proprio nella mattinata in cui il Pontefice arriva sull’isola, ecco l’ennesimo barcone con 166 immigrati clandestini arrivare sulle spiagge dell’isola.

C’è molta attesa per sapere quale sarà il discorso del Papa e su cosa si incentrerà: “Ogni cristiano, soprattutto noi – aveva affermato durante l’Angelus domenica - è chiamato a portare questo messaggio di speranza che dona serenità e gioia: la consolazione di Dio, la sua tenerezza verso tutti”.  L’isola si mobilità, gli immigrati pure: molti saranno le persone di fede anche non cristiana che lo seguiranno, perchè in fin dei conti la chiesa unisce tutti. Anche alla faccia di chi usa invece la religione come un’arma.