Altro scandalo nella severa e rigida Gran Bretagna: dopo l’ex direttore della BBC George Entwistle, accusato di pedofilia lo scorso novembre, Nigel Evans, vice speaker del parlamento britannico è stato arrestato sabato mattina nella sua casa di campagna di Pendleton, un villaggio del Lancashire, con l’accusa di violenza sessuale due ragazzi di vent’anni tra il 2009 e il 2013.

Il vicepresidente della House of Commons, come rende noto il Daily Mail, sarebbe stato accusato dalle stesse vittime di stupro su uno di loro e abuso sessuale sull’altro. Interrogato dalla polizia Evans sarebbe stato rilasciato su cauzione e non incriminato, ma con l’obbligo di ripresentarsi in commissariato il 19 giugno.

Il conservatore Nigel Evans, 55 anni, tre anni fa aveva fatto coming out; descritto come un personaggio energico ed esemplare, ora Evans diventa un nuovo problema per il primo ministro Cameron, sconfitto in settimana alle elezioni amministrative. Il caso di un deputato conservatore accusato di un doppio stupro non aiuterà il premier a risalire nei sondaggi in vista delle elezioni legislative che si terranno tra due anni esatti.