Si chiamava Alice, la ragazza di 26 anni che è stata trovata senza vita all’interno della sua abitazione di Legnago, nel Veronese, a causa di un attacco di cuore provocato dal dolore provato in questi ultimi mesi. La vita di Alice, infatti, era improvvisamente cambiata per la perdita di entrambi i genitori a causa di una brutta malattia. Un dolore che non è riuscita a sopportare. Un dolore che le è costato la vita. In due anni, infatti, Alice ha perso entrambi i genitori: il padre è morto nel 2015 dopo aver combattuto con tutte le sue forze contro un brutto male, la madre invece è deceduta a dicembre 2017.

Un dolore indescrivibile che aveva provato talmente tanto Alice, una giovane di 26 anni, che alla fine non ce l’ha fatta, non ha retto più ed è morta per infarto. Nell’ultimo periodo aveva provato a ricominciare e si era trasferita da Bergantino (Rovigo) ad una casa in provincia di Verona. A lanciare l’allarme alle forze dell’ordine – che sono intervenute tempestivamente – sono stati i suoi amici i quali non riuscivano più a contattare Alice da qualche giorno. I vigili del fuoco hanno fatto la macabra scoperta trovando il suo corpo – con i tatuaggi “mamma” e “papà” – in casa. Per lei non c’era più niente da fare.