Niente da fare. Anche quella del primo maggio sarà una giornata con l’ombrello per chi vive nelle regioni del nord Italia. Più fortunati gli abitanti del centro e del sud del Paese, che potranno godersi una Festa dei lavoratori con il sole e temperature quasi estive, che nei casi più fortunati potranno sfiorare i 30 gradi. Italia, dunque, ancora spaccata in due, a causa di una vasta depressione che ha portato, e porterà, l’estate nella parte più bassa dello Stivale e le piogge in quella alta. Caso a parte la Sardegna, dove a farla da padrone saranno le nuvole e il gran caldo (foto by Infophoto).

Secondo le previsioni di Meteolive.it, le regioni più a rischio pioggia saranno Val D’Aosta, alto Piemonte e alta Lombardia. Esonerate Romagna e Liguria, che dovrebbero restare all’asciutto. Mattinata festiva col sole in Sardegna, sui cui cieli nel corso della giornata dovrebbero fare la comparsa le nuvole, con il rischio di qualche piovasco. Tempo buono sul resto d’Italia, anche se qualche goccia potrebbe rovinare la festa a marchigiani e abruzzesi.

Temperature in salita sulla Sicilia e sulle regioni tirreniche, mentre il termometro scenderà di qualche grado nelle regioni bagnate da questi acquazzoni primaverili. Previsioni sconfortanti che però non sembrano aver scoraggiato le partenze, anche al Nord, mentre tra centro e sud si cominciano già a preparare i cestini per le gite fuori porta. E il sole accompagnerà anche la grande kermesse musicale in programma, come da tradizione, in  piazza San Giovanni a Roma.  Qui tutte le informazioni su come partecipare all’evento.