E’ cominciata in tarda mattinata l’udienza in Cassazione sul ricorso dei legali di Silvio Berlusconi contro la condanna a 4 anni di reclusione e 5 d’interdizione dai pubblici uffici per frode fiscale a lui inflitta dal Tribunale di Milano, confermata in appello. E’ il processo Mediaset, nel quale i giudici hanno ritenuto Berlusconi colpevole di aver evaso circa 7 milioni di euro nel 2002 e 2003. I magistrati milanesi hanno giudicato che ci fossero irregolarità nella gestione di alcuni diritti televisivi.

Per quanto riguarda i tempi della sentenza della suprema Corte, diversi osservatori ritengono che possa arrivare domani sera oppure giovedì. E’ per esempio l’opinione del professor Franco Coppi, uno dei legali del collegio difensivo di Berlusconi, che ha avanzato tale ipotesi conversando con i giornalisti durante una pausa dell’udienza odierna, al palazzo di Giustizia di Roma (foto by InfoPhoto). Sarà proprio Coppi a pronunciare l’arringa finale. La requisitoria verrà invece affidata al sostituto procuratore generale Antonio Mura. Nessuno dei difensori ha chiesto il rinvio dell’udienza.