Ben 7 ore riuniti nella Camera di Consiglio. I giudici del processo Ruby bis hanno condannato in primo grado a 7 anni di reclusione Lele Mora (foto by infophoto) ed Emilio Fede e 5 anni a Nicole Minetti. Tutti e tre per induzione e favoreggiamento della prostituzione, per Lele Mora e Fede anche minorile. I pm in requisitoria hanno paragonato Mora e Fede ad “assaggiatori di vini pregiati“, perché valutavano la gradevolezza estetica delle ragazze e le sottoponevano a “un minimo esame di presentabilità socio-relazionale“, prima di immetterle nel “circuito” delle cene. La Minetti è stata invece dipinta come una sorta di “amministratrice di condominio“. Sono in tutto 34 le giovani individuate dalle indagini che sarebbero state indotte a prostituirsi durante le serate ad Arcore per soddisfare, come è stato chiarito in requisitoria, il “piacere” di Silvio Berlusconi. Per Mora e Fede è stata disposta anche l’interdizione a vita dai pubblici uffici. Interdizione per 5 anni dai pubblici uffici per Nicole Minetti.