Un giovane arabo di 16 anni è stato sequestrato e ucciso mentre si stava recando in una moschea nella zona est di Gerusalemme. Il suo cadavere è stato ritrovato in un bosco. La notizia è stata diffusa dalla radio militare di Israele. Non si esclude che questo omicidio possa costituire una ritorsione da parte di estremisti ebrei contro l’uccisione di tre studenti israeliani, avvenuta alcuni giorni fa in Cisgiordania.

A quanto si apprende, l’arabo è stato fermato dai sequestratori in strada e costretto a salire su un’automobile nera. Nel frattempo sono aumentate le tensioni tra palestinesi e israeliani. Secondo quanto riferiscono i media locali, a Hebron parecchi coloni ebrei avrebbero attaccato alcune abitazioni di palestinesi; inoltre un giovane arabo sarebbe stato ferito alla testa dopo l’intervento dell’esercito israeliano. Sempre secondo la stampa della zona, a Gerusalemme ovest alcuni arabi israeliani sarebbero stati aggrediti e picchiati da estremisti ebrei.

Foto: Florian Seiffert (F*) via photopin cc