Un razzo russo partito questa mattina dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, è esploso subito dopo il lancio, schiantandosi al suolo. Il vettore non trasportava equipaggio, ma solo tre satelliti di navigazione. Non sono stati registrati feriti in conseguenza dell’impatto dei frammenti. Tuttavia il personale del cosmodromo è stato evacuato, poiché dal serbatoio del razzo (un Proton-M) si è formata una nube tossica in seguito all’incendio del carburante. I carburanti per missili sono normalmente ancora più tossici di quelli per jet o per veicoli di autotrazione.

Qui sotto il filmato dell’esplosione, girato dalla televisione di Stato, Rossiya 24.