Da oggi sarà possibile presentare la domanda per il reddito di cittadinanza. Al momento, però, la card – che verrà erogata da Poste Italiane – potrà essere impiegata nelle spese per i beni alimentari, negli esercizi convenzionati, e nelle spese in farmacia con lo sconto del 5%. Si potranno anche pagare le bollette di gas e luce, fare un prelievo in contanti di 100 euro e un bonifico mensile solo per mutuo o affitto.

In queste ore il Ministero sta decidendo quali altre spese includere nel reddito di cittadinanza così da evitare che un soggetto percettore dei 780 euro al mese possa utilizzarli, ad esempio, per “giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità”. Le prime card verranno distribuite a fine aprile.

Intanto Poste Italiane – per evitare il caos e dunque per gestire nella massima tranquillità questo nuovo beneficio economico – ha predisposto un calendario per ordine alfabetico. Le domande, infatti, potranno essere presentate online, alle Poste o in un Caf di fiducia. Dopodiché bisognerà attendere l’ok dell’Inps (via sms o mail) per poi ritirare la card nella quale ci sarà disponibilità a partire dal mese di maggio.

Il reddito di cittadinanza, dunque, entra nel vivo: mancano gli ultimi accorgimenti ma ormai sembra essere (quasi) tutto pronto.