Il ministro del lavoro Nunzia Catalfo annuncia che è stata trovata una soluzione riguardo la richiesta di risarcimento dell’Inps alle orfane di femminicidio. Il caso è stato raccontato dai giornali da qualche e giorni ha coinvolto due sorelle orfane di femminicidio, le due ragazzine sono divenute orfane per l’assassinio della madre a opera del padre poi suicidatosi, a cui l’Inps aveva chiesto un risarcimento da 124 mila euro, salvo poi bloccare la procedura.

Il Presidente Sergio Mattarella è intervenuto sulla questione e ha chiamato la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo per parlare della richiesta di risarcimento avanzata dall’Inps e oggi ha relazionato al Parlamento dicendo: “Avevo promesso di trovare una soluzione per la vicenda che ha coinvolto le due ragazze di Massa Carrara e così è stato. Questo pomeriggio al Senato è stata depositata la norma che, in casi come questo e in altri analoghi, tutela da ogni forma risarcitoria diretta gli orfani di femminicidio. Le spese saranno coperte dal Fondo di solidarietà per le vittime dei reati di tipo mafioso, intenzionali violenti e dei crimini domestici”.

Alessio Biagi, lo zio delle minori, oggi di 14 e 12 anni dice: ”Il fatto che il presidente della Repubblica si sia interessato alle mie nipoti mi rassicura, finalmente, su una vicenda che non ci ha fatto dormire. Per noi Mattarella è un faro e ci commuove apprendere che una figura del suo spessore abbia deciso di aiutarci. Grazie”.