Questo il filo conduttore della tre giorni “La casa in piazza” svoltasi di recente a Varese con la Borsa Immobiliare Varesina.

Obiettivo primario dell’evento, in un momento delicato per il settore, il rilancio di un mercato che vive oggi un momento di stallo. In questa fase bisogna recuperare fiducia e le proposte degli operatori la meritano per qualità e quantità. Sull’immobilità del mercato immobiliare, secondo Ance (Associazione nazionale costruttori edili), c’è stato un minimo aumento della domanda, ma come riflesso dei mercati finanziari.

Il mercato immobiliare stenta a risalire, secondo Santino Taverna, presidente regionale della Fimaa: ”Dal 2009 ad oggi le compravendite di immobili sono calate, le trattative possono durare mesi e ci ritroviamo a fare gli accompagnatori degli acquirenti. Su tutto, poi, pende la spada di Damocle dell’erogazione del mutuo, le banche dovrebbero capire che il denaro bisogna darlo a chi non ce l’ha”.

Senza mutuo la casa non si acquista. E gli istituti di credito, per un buon periodo, hanno dato un nuovo giro di vite nell’erogazione dei mutui a causa delle turbolenze dei mercati finanziari, di conseguenza si è registrato un aumento delle aste immobiliari per la vendita forzata di prime case. Un chiaro segnale che il momento è decisamente negativo.

Certamente oggi c’è molta più trasparenza in un mercato che complessivamente nel 2020 si stima varrà circa 180 miliardi di euro, secondo l’Osservatorio Scenari Immobiliari. L’ente camerale contribuisce a questa migliore comprensione del mercato della casa con tre pubblicazioni: il listino prezzi per l’edilizia, pubblicato ogni sei mesi, il listino prezzi degli immobili e il nuovo vademecum ”Acquisto di immobili da costruire”, una brochure realizzata in collaborazione con le associazioni di categoria e dei consumatori presentata durante la ”La casa in piazza”.

Far ripartire il mercato immobiliare – dice Mauro Temperelli, segretario generale della Camera di Commercio – è importante perché è un settore dal quale dipendono molti settori economici con una grande varietà di case e di servizi.