Ha fatto scalpore il video della recita di Natale, in una scuola di Gela, dove due donne hanno fatto scoppiare una rissa costringendo tutti gli altri genitori a scappare via. I grandi che, di fatto, hanno rovinato un giorno di festa ai più piccoli nella scuola di contrada Albani Roccella. A fare a botte sarebbero state non due mamme bensì “una zia e una nonna”, come spiega la preside dell’istituto al Corriere.it che stamattina prova a ricostruire la vicenda. Alla base del litigio il posto migliore in cui girare il filmino.

Una donna, infatti, avrebbe preso il posto di un’altra che si era alzata dalla sedia. Così è nata la discussione poi degenerata in rissa con tanto di spintone e tirate di capelli. A quel punto sarebbero finiti a terra telefoni, occhiali, quasi un “far west” come viene raccontato da una delle mamme presenti al quotidiano La Sicilia. Necessario l’intervento della Polizia che ha provato a placare gli animi identificando le protagoniste della rissa.

“La scuola è aperta a chi sa chiedere scusa riconoscendo gli errori. I genitori si sono resi conto che le tante cose belle che abbiamo realizzato non possono essere incrinate da un episodio deprecabile ma isolato. I nostri ragazzi hanno vinto dei premi nazionali sui temi della legalità. Purtroppo viviamo in un contesto sociale in cui abbiamo perso tutti la bussola” ha concluso la preside.