(Ormai la situazione egiziana è ben chiara a tutti. Mohamed Morsi non è più il presidente dell’Egitto dalle 19 di oggi e la Costituzione è stata sospesa. Lo ha confermato Il capo dell’esercito egiziano Abdel Fattah al-Sisi. E’ quindi diventato ufficiale il colpo di Stato militare. In questo momento la nostra collega Valentina Biffi si trova in Egitto per le ferie. Le abbiamo chiesto lo stato d’animo dei turisti che alloggiano a Sharm el Sheikh e la situazione che stanno vivendo in queste ore. Ecco cosa ci ha scritto qualche minuto fa).

Da Sharm la situazione si avverte nella misura in cui le escursioni organizzate dalle varie strutture turistiche nella giornata di mercoledì 3 luglio sono state annullate e rinviate di almeno due giorni (in realtà la visita della città antica di Sharm el Sheikh e di Nama Bai erano state già rinviate lo scorso lunedì per una manifestazione annunciata dei cittadini, ma si è trattato di una misura precauzionale).

I turisti, principalmente italiani e russi, sono tranquilli, forse qualcuno in mood molto vacanziero non ha ben presente la situazione della nazione in questo momento e si limita a cercare di carpire gli stati d’animo e i pareri degli egiziani che lavorano all’interno degli alberghi, anche se questi ultimi sono molto restii ad esporsi. Ciò che preoccupa principalmente la gente del posto, in realtà, sembra essere il turismo in forte calo in questi ultimi due mesi rispetto agli anni precedenti, evidente conseguenza degli eventi politici che stanno colpendo il paese. (foto InfoPhoto)

Mohamed Morsi

LE TAPPE DELLA RIVOLTA EGIZIANA

Rivolta Egitto 2013: il presidente Morsi ai domiciliari

Rivolta Egitto 2013: le ultime ore di Morsi

Egitto scontri: Morsi sempre più solo “Pronto a morire per l’Egitto”

Scontri Egitto: incendiata la sede dei Fratelli musulmani

Egitto news: oggi la protesta più dura, ad un passo dalla “catastrofe”

Egitto news: scontri ad Alessandria, ucciso cittadino americano