Mario Cerciello Rega, carabiniere di 35 anni, è stato ucciso a Roma nella notte durante un controllo a un uomo probabilmente nordafricano: secondo quanto si apprende pare che sia stato colpito da 8 fendenti, di cui uno al cuore. Il militare durante un servizio con alcuni colleghi stava fermando due uomini considerati responsabili di furto e estorsione quando uno di loro avrebbe estratto il coltello ferendolo. I due pare avessero rubato un borsello e pretendessero 100 euro dalla vittima per riaverlo. Il Carabiniere è stato trasportato d’urgenza in ospedale dove poi è deceduto lasciando la moglie con cui si era sposato poco più di un mese fa. In queste ora 4 persone si trovano in caserma per essere ascoltate nell’ambito delle indagini.

I Carabinieri ricordano il collega scomparso in un lungo post su Facebook

La politica tutta si stringe al dolore della famiglia ed è stato espresso cordoglio unanime da tutte le forze in campo. Il Presidente della Repubblica Mattarella ha affermato:

Ho appreso con profonda tristezza la notizia del decesso del Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega, ferito mortalmente mentre era impegnato in un controllo di polizia. Nel confidare che si arrivi rapidamente alla cattura dei criminali responsabili, desidero esprimere a lei, signor Comandante Generale, e all’Arma dei Carabinieri, la mia solidale vicinanza, rinnovando i sentimenti di considerazione e riconoscenza per il quotidiano impegno degli operatori dell’Arma a servizio dei cittadini. La prego di far pervenire ai familiari del militare le espressioni della mia commossa partecipazione al loro dolore e gli auguri di pronta guarigione al carabiniere Andrea Varriale rimasto ferito.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha detto attraverso un tweet al vetriolo: “Caccia all’uomo a Roma per fermare il bastardo che stanotte ha ucciso un carabiniere a coltellate. Sono sicuro che lo prenderanno e che pagherà fino in fondo la sua violenza: lavori forzati in carcere finché campa”. 

Tolleranza zero anche da parte de ministro alla Difesa Trenta che dice: “Stanotte il Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega è stato accoltellato mentre era in servizio. Stringo in un forte abbraccio sua moglie, la sua famiglia e i suoi cari. Sono vicina all’Arma dei Carabinieri e a tutti agli uomini e le donne che quotidianamente mettono a rischio la loro vita per garantire la nostra sicurezza. Chiedo tolleranza zero per i delinquenti che hanno commesso questo vile atto!”

Il premier Conte e il vicepremier Di Maio parlano di grande momento di dolore per lo Stato mentre il sindaco di Roma Virginia Raggi ricorda che la Capitale è in carenza di agenti: “Per quanto riguarda la mia polizia locale, cerchiamo di presidiare il territorio in ogni modo. Ma dobbiamo essere molto concreti: a Roma Capitale mancano ancora 2mila agenti e forse non saranno nemmeno sufficienti. Abbiamo necessità di aumentare le forze di polizia. Non ci occupiamo di sicurezza, ma facciamo anche questo, dando supporto a tutte le forze dell’ordine. I numeri che ci restituisce al questura non parlano di un’assenza di sicurezza in questa città, poi fatti come questo ci gettano nel baratro”.