Un fantoccio è comparso impiccato a un ponte di Roma, il pupazzo rappresenta la giovane attivista ecologista Greta Thunberg. La foto ha iniziato a circolare nel web poiché condivisa dalla sindaca di Roma, Virginia Raggi, che esprime il suo  sdegno scrivendo:

“Vergognoso il manichino di @GretaThunberg ritrovato appeso a un ponte nella nostra città. A lei e alla sua famiglia la mia solidarietà e quella di tutta @Roma. Il nostro impegno sul clima non si ferma.”

Il fantoccio che rappresenta la nota attivista per il clima Greta Thunberg è stato appeso con una corda sotto a un ponte di Roma, in via Newton. Alla sagoma, con treccine e mantellina anti-pioggia che ricorda gli abiti di una delle foto più rappresentative della giovane leader per il clima, è stato attaccato un cartello con su scritto: “Greta is your God”.

Sulla vicenda è intervenuto anche il ministro per l’ambiente, Sergio Costa, che scrive: “Il fantoccio trovato appeso a un ponte di Roma offende e ingiuria Greta Thunberg. Ognuno di noi, ogni cittadino impegnato per il clima e il Pianeta, e non solo, deve sentirsi colpito. È un atto inaccettabile e criminale, che ci vedrà ancora più compatti sullo stesso fronte”. 

La procura di Roma ha aperto un procedimento, al momento contro ignoti, anche se la paternità del gesto è stata rivendicata da un gruppo Facebook chiamato “Gli svegli” che annuncia: “Abbiamo impiccato Greta Thunberg a Roma. Il manichino ha la sua faccia e perfino le sue trecce. Seguiranno altre azioni”.