Ha 24 anni il ragazzo omosessuale aggredito nel quartiere Eur di Roma da un gruppo di giovanissimi che, stando a quanto trapelato, si sarebbero prima impadroniti del suo cellulare e poi avrebbero postato insulti omofobi sui profili social della vittima. Si tratta di aggressori, incappucciati, che hanno colpito il ragazzo con mazze di legno lasciandolo sanguinante dopo averlo costretto a dare loro la password dello smartphone che intanto gli avevano sottratto. Un vero e proprio pestaggio seguito da insulti social, a sfondo omofobico al punto che, subito dopo l’aggressione, il branco avrebbe scritto ai contatti social della vittima dicendo loro che era gay.

A denunciare questo gravissimo episodio di violenza omofoba è il Gay Center secondo cui la vittima dell’aggressione lamenta una lesione e un taglio al mento oltre a denti scheggiati e contusioni su diverse parti del corpo. Un fatto accaduto nella Capitale senza che nessuno, a quanto pare, sia intervenuto in suo aiuto. Queste le parole del portavoce del Gay Center Fabrizio Marrazzo:

Ogni giorno oltre 50 persone in italia subiscono episodi di omofobia: abbiamo oltre 20 mila contatti l’anno da tutta Italia al numero verde Gay Help Line 800 713 713 ed alla chat. Purtroppo, la quasi totalità delle vittime sceglie di non denunciare i propri aguzzini, che spesso sono i propri familiari, i propri compagni di scuola o lavoro.