Il vicepremier Matteo Salvini si scaglia contro il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, per il leader della Lega non è all’altezza del ruolo nella gestione delle infrastrutture. L’affondo arriva del ministro dell’Interno Matteo Salvini arriva dai microfoni di Radio24 dove dice:

Toninelli non mi sembra all’altezza di gestire le infrastrutture di un Paese bello ma difficile come l’Italia. Non voglio regalare agli italiani altri mesi di litigi, polemiche, insulti. Sulla Tav si è perso anno, così come sulla Riforma della Giustizia o sull’Autonomia. Sul taglio delle tasse il dibattito è infinito. Se dovessi ritenere che non c’è più strada, non ne faccio una questione personale, bisogna prenderne atto

Salvini poi lancia due frecciatine ai colleghi pentastellati di governo per quanto riguarda il cuneo fiscale e il salario minimo:

Meglio tagliare il cuneo fiscale della flat tax? L’importante è che ci siano più soldi in busta paga e meno carico fiscale per le imprese. (…)Salario minimo proposto dal M5s? Prima viene il taglio delle tasse. Prima di ridistribuire bisogna crearla la ricchezza

L’Italia per Salvini è un Paese bello ma difficile e crede che alcuni ministri del M5s non siano adatti a ricoprire ruoli decisionali nel governo. In molti sono a chiedersi quanto ancora durerà questa convivenza giallo-verde.