Torna a parlare il Ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini affrontando ancora una volta la questione Diciotti, la nave con a bordo oltre 150 migranti ferma per cinque giorni al porto di Catania. Una vicenda che è costata a Salvini un’indagine della Procura di Agrigento:

Dico con immenso affetto al Procuratore di Agrigento che se arriverà un’altra nave in un porto italiano farò esattamente quello che che ho fatto quest’estate, né più né meno.

Poi, rivolgendosi all’Europa, tuona:

Il vincolo del 3% lo sfioreremo dolcemente, come i leghisti sanno fare, senza superarlo.

“Le concessioni sono da rivedere tutte, una per una. Non solo sulle strade ma anche in settori sui quali lo Stato ha fatto un grosso favore ai privati” ha aggiunto annunciando la legge sulla legittima difesa. Queste le sue parole:

Cerco di usare sempre il minimo indispensabile il verbo promettere. Preferisco usare la parola ‘impegno’. Ce la metterò tutta e ho buone motivazioni per dire che ce la possiamo fare: entro la fine di quest’anno la legittima difesa sarà legge.

Dal 5 settembre in 12 città italiane arriva il taser:

In prospettiva mi piacerebbe che fosse presente in tanti ambienti, penso ad esempio ai treni su cui si viaggia perché non può essere un’avventura viaggiare sui treni.