Torna l’allarme Sars in Italia e il primo caso si è avuto nelle ultime ore in Toscana dove un uomo di 45 anni, tornato di recente da un viaggio in Giordania dove ha contratto il virus di un nuovo ceppo di Coronavirus, definito appunto la Nuova Sars. Trattasi di un’infezione respiratoria acuta che in Europa ha già registrato casi in Francia (con una vittima), Danimarca e Regno Unito.

L’uomo aveva soggiornato per circa 40 giorni in Medio Oriente dove uno dei suoi figli aveva accusato una forma influenzale non meglio specificata. Il paziente, che al ricovero presentava febbre alta, tosse e segni di insufficienza respiratoria, è attualmente ricoverato in isolamento ed è in buone condizioni.

Il Ministero della Salute vuole rassicurare gli italiani sulla difficoltà di intercettare la malattia specificando in una nota: “Si tratta di un virus la cui trasmissione interumana sembra essere possibile quasi esclusivamente laddove si sono verificati contatti stretti e prolungati come per esempio nell’ambito di un nucleo familiare o in una corsia ospedaliera. Per quanto riguarda i viaggi internazionali e le rotte commerciali, l’Organizzazione Mondiale della Sanità non raccomanda test né altre restrizioni ai viaggiatori all’ingresso nei Paesi membri della Regione Europea“.

La stessa nota del Ministero informa anche sulle eventuali misure precauzionali: “Per la prevenzione delle infezioni respiratorie valgono le normali misure igieniche raccomandate per l’influenza (frequente lavaggio delle mani, coprirsi la bocca con un fazzoletto quando si starnutisce, etc.) e che informazioni in proposito sono reperibili sul sito del Ministero della Salute“.