Francesco Schettino ha dichiarato ai giornalisti che tornerebbe certamente al timone di una nave da crociera. Lo ha detto questa mattina prima di entrare nel tribunale di Torre Annunziata, dove era in programma la seconda udienza della causa da lui intentata alla Costa Crociere contro il proprio licenziamento. Il giudice Emanuele Rocco ha fatto sapere che depositerà la propria decisione alla cancelleria tra il 6 e l’8 febbraio.

Schettino era il comandante della nave Costa Concordia, affondata il 13 gennaio 2012 all’Isola del Giglio. L’incidente ha causato 32 vittime (30 morti accertati e due dispersi). Si attendono le conclusioni dell’inchiesta su tale vicenda da parte del tribunale di Grosseto. Nei prossimi giorni potrebbe esserci la decisione del giudice per l’udienza preliminare sul rinvio a giudizio di Schettino (foto by Infophoto), attualmente indagato per omicidio plurimo colposo, abbandono della nave e disastro ambientale. Insieme a lui sono indagate altre 11 persone, fra ufficiali della nave e dirigenti della compagnia.