Mercoledì nero in tutta Italia per lo sciopero dei trasporti con treni, aerei, mezzi pubblici fermi in varie città: lo sciopero si replicherà anche venerdì. Mercoledì 24 luglio si preannuncia una giornata di passione per i cittadini e i turisti che fanno affidamento sui mezzi pubblici. È infatti previsto uno sciopero generale dei trasporti, indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, che durerà per 24 ore e che interesserà il trasporto pubblico locale, quello ferroviario, quello aereo e anche quello marittimo.

Il Ministero dei Trasporti ha chiesto di posticipare lo sciopero visto che gli ultimi giorni sono già stati agitati, per i cittadini che viaggiavano in treno, a causa dell’incendio che ha interessato la linea Firenze – Roma. Il Ministero ha chiesto ad Alitalia di accorciare lo sciopero di 4 ore: “Per contemperare il rispetto del diritto allo sciopero con la garanzia dei servizi per i cittadini in un periodo così particolare”.

Il Ministro Danilo Toninelli su Facebook annuncia di aver incontrato i sindacati e dice:

Ho incontrato le sigle sindacali che hanno proclamato uno sciopero dei trasporti terrestri e marittimi per domani e aereo per venerdì prossimo. Al tavolo di oggi seguiranno tavoli tematici al mio ministero per dare soluzioni alle tante questioni importanti che preoccupano chi lavora nel settore. Il diritto allo sciopero è garantito dalla Costituzione, ma ho chiesto alle sigle un gesto di responsabilità rispetto al delicato periodo di esodo estivo in cui ci troviamo e all’indomani del gravissimo attentato che ha bloccato il sistema ferroviario. Dall’altra parte ho ribadito lo sforzo del mio dicastero e del Governo che sta già dando frutti importanti in relazione alle loro istanze. Voglio solo ricordare le recenti conquiste in tema di tutela del lavoro nell’autotrasporto rispetto al dumping generato dalle aziende di alcuni Paesi europei. Stiamo affrontando un impegno enorme nel far decollare Alitalia senza più spreco di danaro pubblico. E gli esempi potrebbero continuare. Anche sul fronte delle infrastrutture, stiamo sbloccando opere come mai prima e i contratti di programma Anas ed Rfi puntano molto sulla manutenzione che aumenta la qualità della vita di chi viaggia e di chi lavora sulle nostre reti. Noi ci siamo e ci auguriamo che i sindacati vogliano tener conto delle esigenze di tutti gli italiani in questa importante settimana di fine luglio.

Per quanto riguarda lo sciopero dei trasporti pubblici Milano incrocia le braccia mercoledì dalle ore 18 alle 22, a Roma l’Atac dalle ore 12.30 alle ore 16.30. Fermi in sciopero anche i lavoratori di Liberty Lines, delle autolinee Liscio della Basilicata, della Sita Nord,di busitalia, della Ca Nova di Torino e di Cotral. Sciopero anche per il trasporto ferroviario dalle ore 9 alle 17.

Venerdì 26 luglio fermo il trasporto aereo per 24 ore lo stop del personale Alitalia deciso da Anpac, Anpav, Anp, Usb, Cub-Trasporti e Air Crew Committee. I controllori Enav si fermano per 4 ore.