Non ci possono credere. I parenti non riescono a trattenere la gioia nel vedere i propri cari aprire gli occhi, risvegliarsi dallo stato di coma profondo. Un fatto che è accaduto nella clinica Centro Vada Sabati a Vado Ligure e che vede protagoniste quattro persone, due uomini e due donne, che hanno provato a dire persino qualche parola. I familiari parlano di un “miracolo”, quasi come “rinascere e iniziare una nuova vita”, spiegano commossi.

Questo il racconto del coordinatore dei fisioterapisti a Il Secolo XIX:

Il risveglio di uno dei pazienti è stato indimenticabile [...] Stavamo facendo la seduta quotidiana quando ho visto che muoveva gli occhi. Allora ho iniziato a sollecitarlo, capivo che voleva parlarmi e l’ho invitato in modo insistente a dirmi quello che voleva. Alla fine si è come liberato da un blocco e mi ha mandato a quel paese. È stato un momento di grande euforia. Per lui ma anche per me. Ci trovavamo nella sala di “stimolazione polisensoriale”, dove lavoriamo con loro proponendo luci diverse e musica, anche facendo assaggiare i piatti preferiti. Un paziente, ad esempio, adorava il “tiramisù” e farglielo assaggiare è stato molto utile. Alcuni qui possono anche iniziare a scrivere e disegnare.

Il sindaco Monica Giuliano ha espresso grande soddisfazione:

È una splendida notizia, questa struttura è diventata un vero gioiello, un’eccellenza conosciuta in tutto il nord Italia.