Brutte notizie per i fumatori italiani. Così come vi avevamo anticipato, il prezzo dei pacchetti di sigarette presto potrebbe aumentare: è ciò che emerge dalla relazione che accompagna la manovra dove “l’incremento della fiscalità potrebbe essere recuperato dai produttori con un aumento dei prezzi di vendita di circa 10 centesimi a pacchetto per tutte le fasce di prezzo”. Insomma, dura vita per coloro che fumano ma anche per chi… gioca d’azzardo. In altre parole, i pacchetti di sigarette aumenteranno di 10 centesimi.

Per il 2019, nello specifico, sono previsti rincari della tassazione per le sigarette di ben 108 milioni di euro, 22,5 milioni per il tabacco trinciato e 1,8 milioni per i sigari. Rincari anche sul gioco d’azzardo visto che è previsto un aumento del prelievo dell’erario sulle macchinette del gioco d’azzardo pari allo 0,50% delle somme giocate così da far aumentare gli introiti dello Stato di circa 239,1 milioni di euro solo nel 2019 e 237,6 milioni per gli anni successivi.

D’altra parte sono in arrivo bonus cultura e bonus eccellenze. Nel primo caso ogni 18enne continuerà a ricevere 500 euro mentre nel secondo verrà data un’opportunità di posto fisso a un cervellone su dieci. Si tratta di uno sconto fino a 8mila euro per chi assume laureati con 110 e lode e con meno di 30 anni oppure dottori di ricerca entro i 34 anni (che abbiano conseguito il titolo tra gennaio 2018 e giugno 2019).