Silvio Berlusconi si candiderà alle elezioni europee con un obiettivo ben preciso: fermare “questo governo”. Queste le parole del leader di Forza Italia:

Con la mia conoscenza, le mie esperienze e la mia capacità di convincere, penso di poter svolgere un ruolo importante e convincere i cittadini europei affinché possano capire che rischiamo di allontanarci dai valori occidentali e di essere dominati da un impero cinese che ha delle convinzioni e dei valori che sono opposti ai nostri.

Una scelta che, secondo Berlusconi, è in linea con quella del ’94 quando scese in campo “per fermare i comunisti”. Una scelta fatta per “senso di responsabilità”, ha spiegato dalla Sardegna. E ancora:

Credo che il centrodestra unito raccoglierà risultati molto positivi. La Sardegna molto spesso, anche in passato, ha anticipato situazioni che poi si sono verificate a livello nazionale. Mi auguro che già con il voto di domenica prossima si possa dimostrare che molti sardi hanno capito chi sono i grillini. Chissà che questa andata fuori di testa di molti elettori che hanno votato M5s non possa subire un cambiamento.

E sul Governo Lega-M5s ha tuonato:

L’alleanza giallo-verde è innaturale e non credo che riuscirà a reggere. Anche in Parlamento ci sono molti fermenti venuti fuori recentemente che mi fanno pensare che questo esecutivo non abbia ancora molto tempo per andare avanti.

Infine si dichiara contrario al reddito di cittadinanza:

Contro questa misura, faremo tutto ciò che sarà giusto fare. È un provvedimento che non porta nessuna crescita e nessuno sviluppo, ma che farà aumentare il lavoro nero e che premierà chi sta a casa.