Benvenuta estate 2013! Ti aspettavamo con ansia, e anche Big G ti celebra con un doodle animato dal sapore tutto vacanziero: 5 bagnanti (presumibilmente un papà con i suoi bimbi), con tanto di cuffia, palla, braccioli e maschera da sub si divertono in acqua a giocare con le onde. Il disegno ideato da Cristoph Nienann è studiato in modo da far corrispondere le teste dei 5 in acqua, con il marchio dell’ormai celeberrimo motore di ricerca, rispettandone rigorosamente i colori.

Google festeggia così questo solstizio d’estate 2013, che quest’anno cade di 21 giugno e che, ricordiamo, rappresenta in astronomia il momento in cui il Sole raggiunge, nel suo moto apparente lungo l’eclittica, il punto di declinazione massima o minima. Il fenomeno è dovuto alla inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto alla stessa eclittica.

La parola solstizio viene, per l’appunto, dal latino “Solis statio” che vuol dire fermata, arresto del Sole. Solstizio identifica il giorno in cui il sole raggiunge la massima distanza dall’equatore, fenomeno che avviene due volte nel giro di 365 giorni:  il 21 giugno, inizio dell’estate, quando il sole determina il giorno più lungo, e il 21 dicembre, quando inizia l’inverno e la notte è la più lunga dell’anno rispetto alle ore di luce.