Le reazioni politiche alla notizia della sparatoria di fronte a Palazzo Chigi sono di condanna unanime. Tra queste ce n’è una particolarmente dura del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che potete leggere a questo link. Il Movimento 5 Stelle ha preso le distanze in un comunicato ma Beppe Grillo è sul banco degli imputati per i toni usati fomentare l’odio e di istigare la violenza.

Ma intorno ai grillini la bufera non si placa dopo il messaggio postato su facebook da Vittorio Bertola, consigliere comunale dei 5 Stelle a Torino: “Il vero problema non è che qualcuno vada davanti a Palazzo Chigi e spari durante il giuramento del governo. Il vero problema è che in questo momento, ne sono assolutamente certo, ci sono alcuni milioni di italiani che pensano ‘peccato che non abbia fatto secco almeno un ministro”.

Poi la precisazione all’Ansa: “Ovviamente non auspico che questo accada ma sono assolutamente convinto che siano tanti quelli che lo pensano, perchè purtroppo, in questo momento, ci sono tante persone disperate e la politica non sta facendo nulla per aiutarle”. Cesare Damiano e di Alessandra Moretti del Pd sono indignati e le hanno definite “parole vergognose”. Il leader di “Diritti e Libertà” Stefano Pedica attacca: “Bisogna prendere provvedimenti. Un fatto gravissimo che deve vedere da parte del movimento di Grillo l’immediata espulsione”.

Il professore Paolo Becchi, considerato tra gli ideologi di riferimento dei 5 Stelle, propone invece un altro punto di vista: “In casi come questi resta sempre aperta la questione cui prodest? Un attentato come questo ricompatta con il solito vecchio cliché: uniti contro la violenza e, al contempo, uniti contro chi semina la violenza e qui il messaggio è chiaro. Del gesto eclatante vi è comunque un responsabile: il M5S che con il suo linguaggio inciterebbe ad atti di questa natura. E così si prendono due piccioni con una fava”. Ma il giurista avverte: “Il M5S non si farà impallinare tanto facilmente. Questo governo porterà il Paese alla catastrofe ma di questo è responsabile il Modello Unico e non il M5S che sarà l’unica vera opposizione”.

LINK UTILI

La sparatoria di fronte a Palazzo Chigi 

Da Togliatti a Berlusconi, quanti precedenti

L’attentatore confessa: voleva colpire i ministri

I dettagli dell’attentatore

La gallery della sparatoria.

Alemanno durissimo dopo l’attentato

Condanna unanime dal mondo politico

Sulla rete c’è chi esulta per l’attentato