In un weekend è stato cancellato, non è chiaro se rimosso o coperto con della vernice, il murale di Bansky che raffigura l’operaio che cancella parte della bandiera UE. L’opera dell’artista contemporaneo risale al 2017 quando, su un’intera parete di un edificio nelle vicinanze del porto di Dover, nel sud-est dell’Inghilterra è comparso questo murale.

In piena crisi Brexit, l’artista, aveva voluto realizzare una mega bandiera dell’Unione Europea con un operaio intento a cancellare una delle sue stelle: quella del Regno Unito. L’opera, eseguita su una parete laterale dell’edificio dell’ex Castle Amusements, era ormai diventata un punto di riferimento nella città che ospita il porto dei traghetti di collegamento tra il Regno Unito e la Francia.

Secondo quanto riporta un testimone e cittadino di Dover alla Cnn, sabato scorso davanti alla parete con il murale di Bansky è stata montata un’impalcatura a 4 livelli e in meno di due giorni la raffigurazione è scomparsa.

Che fine ha fatto il murale di Bansky si chiedono in molti? Nessuna notizia ufficiale, potrebbe essere stato rimosso o solamente coperto con altra vernice. La famiglia proprietaria dell’immobile aveva annunciato, qualche tempo fa, di essere intenzionata a vendere l’opera: in molti ritengono che questa sia stata così rimossa e venduta.

Bansky continua a far parlare di sé e della sua arte, va precisato – come qualcuno notò già nel 2017 – che il Regno Unito non era tra le 12 stelle dei Paesi fondatori dell’Unione Europea.

Il murale di Bansky sulla Brexit a Dover, FOTO