È agghiacciante quanto scoperto in India, a New Delhi, dove una bambina di tre anni sarebbe stata stuprata nel condominio della casa in cui vive. L’orco sarebbe il custode dello stabile, un uomo di 40 anni che è già stato arrestato dalla Polizia. La piccola, invece, è stata portata in ospedale e subito operata: adesso è in prognosi riservata e, dunque, in pericolo di vita. 

A parlare di questo brutto episodio di violenza ai danni di una minore è stata Swati Maliwal, commissaria per le donne di Delhi, che ha spiegato:

Una bimba di 3 anni è stata brutalmente violentata a Bindapur, Delhi. Sta sanguinando profusamente ed è in condizioni critiche. Sto andando da lei. Quanto questa città può ancora deludere Nirbhaya, se persino nel sesto anniversario dei bambini vengono stuprati.

Poi la commissaria per le donne di Delhi ha chiesto al Premier di “agire” il prima possibile. Non c’è più tempo da perdere. Anche perché sei anni fa morì, dopo 13 giorni di agonia, una studentessa, anche lei violentata, in quel caso su un autobus e da sette uomini.

I numeri parlano chiaro: il 52% dei bambini indiani ha subito abusi. Cifre raccapriccianti: basti pensare che nel 2016 sono stati registrati quasi 20mila stupri su minori.