È una super nonna quella che, in Australia, ha deciso di lanciarsi col paracadute alla bellezza di 102 anni. Si è buttata a un’altezza di più di 4mila metri: uno sport che fa paura a un giovane, pensate ad un’anziana donna che, invece, ha mostrato un coraggio davvero invidiabile. Una decisione che la super nonna ha preso per un fine benefico: l’obiettivo era quello di raccogliere i fondi per curare la malattia del motoneurone per la quale è morta sua figlia.

La 102enne, dunque, si è lanciata da un’altezza di 4.300 metri. Quando è atterrata ha detto che “è stato divertente” e che non ha avuto alcun problema. Tutto normale, tutto perfetto. In realtà non era la prima volta per l’anziana donna “spericolata”: aveva festeggiato così i suoi 100 anni. Una data da ricordare, un giorno memorabile in ci ha provato la brezza del paracadute.

È lei la persona più anziana del mondo ad essersi lanciata col paracadute. Come dicevamo, il suo obiettivo è quello di raccogliere fondi  a favore della “Motor Neurone Disease Association of South Australia”. La super nonna, infatti, non si è mai data pace per la perdita della figlia a causa della malattia del motoneurone e così ha deciso di aiutare tutti coloro che soffrono di questa patologia.