Forte scossa di terremoto nelle Marche, nella zona dell’Anconetano. La terra ha tremato alle 3.32 di questa notte, con una forza pari a magnitudo 4,9. Non ci sono danni a persona o scosse, ma la gente ha subito ricordato quanto accaduto nel 2009 a L’Aquila: alla stessa ora di questa notte, infatti, al terra tremò e portò distruzione.

Una forte scossa di magnituto 4,9 della scala Richter è qualcosa che non passa di certo inosservata. La scossa ha interessato la zona vicina alla città di Numana, nota località balneare in provincia di Ancona. Secondo quanto rilevato dal Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgs), l’epicentro del terremoto è a 10 km a est di Numana, 14 km a nordest di Loreto e 18 km a est-nordest di Castelfidardo, ad una profondità di 8,4 chilometri in mezzo al mare.

La scossa si è sentita lungo tutta la costa adriatica, fino a Pescara. Nessun danno a cose o persone, ma tanto spavento e panico. Lo sciame di scosse è proseguito nella notte, con un’altra forte scossa, di magnitudo 4,0, alle 5.07. E la mente è subito andata a quel 6 aprile 2009, quando l’Aquila venne devastata da un altro terremoto che uccise 308 persone. E che prese il via proprio alle 3.32.