Paura nel Mugello per una scossa di terremoto da 4.5 di magnitudo: scuole chiuse e la circolazione dei treni sospesa, tanta paura tra gli abitanti e qualche danno alle case come si può vedere dai video condivisi nei social. Sono oltre trenta le scosse rilavate nelle ultime ore, n con la più forte di magnitudo 4.5 registrata dall’Ingv alle 4.37, avvertita fino a Firenze e Pistoia.

I comuni più colpiti sono quelli di Scarperia e San Piero, in provincia di Firenze. L’ipocentro è stato localizzato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia a una profondità di 9 chilometri. Sono stati segnalati danni ad alcuni edifici nei comuni dell’area ma nessuna persona pare rimasta ferita in maniera grave.

Le scuole sono state chiuse anche a Barberino del Mugello, Scarperia, Vernio, Marradi e Vicchio, inclusi gli asili nido comunali. Regolarmente aperte le scuole invece a Prato, dove non ci sono stati danni. Sospeso il traffico ferroviario nel nodo di Firenze per verifiche tecniche sulle linee. Bloccata anche l’Alta velocità tra Firenze e Bologna oltre al traffico regionale: si segnalano caos e ritardi in tutte le stazioni.

l presidente delle Misericordie della Toscana, Alberto Cosinovi, scrive:

“In questo momento stiamo provvedendo con vigili del fuoco, carabinieri e altri volontari a effettuare una ricognizione in tutta la zona interessata dallo sciame sismico e soprattutto dalla forte scossa delle 4 e 37. Ci sono alcune case lesionate e anche la chiesa e la canonica di Barberino sono state dichiarate inagibili. Il centro di Barberino è praticamente vuoto, perché tutti sono ancora in strada. Ci segnalano qualche criticità in alcune frazioni periferiche e quella è la priorità per il momento: raggiungere tutte le frazioni, anche le più isolate, valutare la situazione ed eventuali necessità e nel caso lasciare un presidio per assistere le persone”.

Filippo Carlà Campa, il sindaco di Vicchio, comune vicino all’epicentro delle scosse ricorda che proprio quest’anno ricorre il centesimo anniversario del terremoto che nel 1919 distrusse il Mugello.

Il prefetto di Firenze, Laura Lega, in una nota tranquillizza “non c’è nessuna situazione di allarme, non ci sono danni a persone” e quelli registrati in alcuni immobili “non sono particolarmente gravi”.

Terremoto nel Mugello: scossa da 4.5, i danni FOTO E VIDEO