Si chiamavano Margherita, Lorenzo ed Enrico i tre ragazzi travolti dal mare in tempesta a Santa Maria La Scala (Acireale), nel Catanese. Avevano tutta una vita davanti, erano giovanissimi: Enrico e Margherita avevano rispettivamente 22 e 21 anni, erano fidanzati, mentre il loro amico Lorenzo di anni ne aveva 27. Tutti e tre di Acireale. Al momento solo due sono i corpi recuperati: i sommozzatori dei vigili del fuoco stanno cercando Enrico, il più giovane, di cui ancora non ci sono tracce.

Quel maledetto pomeriggio, dopo aver preso qualcosa in un bar vicino al porticciolo di Santa Maria La Scala, una frazione di Acireale, i tre si sono diretti verso il molo. Lì il mare era in tempesta, nessuno è riuscito a fermarli. Non hanno avuto nemmeno il tempo di fermarsi con l’auto che, poco dopo, la loro Panda è stata travolta dalle onde, risucchiata dal mare in tempesta. Non c’è stato niente da fare. Era ormai troppo tardi.

Enrico lavorava in un’azienda di famiglia e suonava la chitarra, Lorenzo aveva studiato in un istituto tecnico mentre Margherita faceva la parrucchiera. Travolti dal mare in tempesta, chi erano i tre giovani mortiLa città di Acireale, adesso, è sotto shock: in molti chiedono la sospensione del Carnevale più bello di Sicilia, visto quanto accaduto. Non c’è più niente da festeggiare.