Il presidente Donald Trump ha annunciato di voler eliminare lo Ius Soli negli Stati Uniti che assicura piena cittadinanza a tutti coloro che nascono negli Stati Uniti. Lo ius soli è previsto nella Costituzione statunitense. Il 14esimo emendamento assicura piena cittadinanza a tutti coloro che nascono negli Stati Uniti o vengono naturalizzati.

L’emendamento è stato per oltre 150 anni alla base del sogno americano per gli immigrati in America che avevano la sicurezza per i loro figli che fossero cittadini americani.

L’amministrazione Trump, ora, sta valutando seriamente la fine dello Ius soli e sono in corso valutazioni sul mettere fine al diritto di cittadinanza per nascita da parte di non americani e delle persone immigrate illegalmente negli Stati Uniti. Il Tycoon non è la prima volta che si scaglia contro questo principio della Costituzione Americana, già nel 2018 ne aveva proposto l’abolizione. Non sarà facile centrare l’obbiettivo dello Ius Soli per Trump visto che si tratta di una modifica alla carta costituiva degli Stati Uniti e al momento non ci sono i numeri al Congresso per approvarla.

Non è l’unica norma che contrasta l’immigrazione proposta da Trump, il presidente infatti ha annunciato di voler abolire il limite di 20 giorni e arrivare a una detenzione illimitata per le famiglie con bambini che attraversano il confine tra Stati Uniti e Messico.