Ancora novità sui vaccini. Per entrare in classe il prossimo settembre basterà portare un’autocertificazione che attesti le avvenute vaccinazioni previste per legge. Dunque salta la certificazione di avvenuta vaccinazione che avrebbero dovuto fare le Asl e la cui scadenza di presentazione, tra l’altro, era stata prevista per il 10 luglio. Questo non è altro che il contenuto del provvedimento amministrativo dei Ministeri della Salute e dell’Istruzione che sarà presentato domani, stando a quanto anticipato dall’agenzia di stampa Ansa.it.

I vaccini, almeno per il momento, restano obbligatori: sono dieci, tutti gratuiti, per andare a scuola da o a 16 anni, così come voluto dall’ex Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. I genitori, però, non dovranno portare alcun documento sanitario, né sarà l’Asl a controllare in questa fase, per dimostrare che i propri figli siano in regola con le vaccinazioni. Come già anticipato, basterà presentare un’autocertificazione entro il 10 luglio e l’atto avrà una validità di un anno. Poi tutto potrebbe cambiare.

Queste le parole del Ministro della Salute Giulia Grillo:

Non una semplice proroga, ma una significativa semplificazione dell’onere documentale a carico dei genitori. Si tratta di un insieme di accorgimenti che rendono, progressivamente, sempre più pacifico e meno conflittuale il rapporto tra cittadino e istituzioni sanitarie e scolastiche.