In Francia ma non solo torna centrale il dibattito su eutanasia e fine vita, i medici dell’ospedale di Remis hanno deciso di attivare tutte le procedure per staccare la spina a Vincent Lambert. Lo stop alle cura arriva dopo 10 anni in cui l’uomo, tetraplegico, si trova vegetativo.

La decisione è stata presa dai medici in accordo con la moglie, il nipote e i fratelli ma contro la volontà dei genitori dell’uomo che da anni si battono per mantenere in vita il figlio, la madre del 42enne Lambert ai media francesi dice: “Lo stanno uccidendo senza averci detto nulla, sono dei mostri”. I genitori hanno annunciato che faranno un nuovo ricorso affinché la giustizia blocchi la decisione dei medici.

Gli avvocati dei genitori hanno annunciato anche una richiesta di provvedimenti disciplinari nei confronti del dottor Vincent Sanchez, capo dell’unità per pazienti cerebrolesi dell’ospedale di Reims, che ha deciso di staccare la spina all’uomo.

Nonostante le proteste degli ultimi giorni di un gruppo di area cattolica, l’ospedale ha deciso di bloccare alimentazione e e l’idratazione per Vincent Lambert. L’uomo si trova in stato vegetativo dal 2008 dopo un’incidente stradale che lo ha mandato in coma irreversibile. In questi anni il tetraplegico in stato vegetativo da dieci anni è diventato il simbolo del dibattito sul fine vita in Francia.