Non c’è stato niente da fare per una donna di 47 anni e per il nipotino di 5 che sono morti precipitando dal decimo piano di una casa ubicata all’interno di un palazzo in Largo Montecassino a Modena. La donna sarebbe la zia del minore, figlio del fratello di lei.

Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, si tratterebbe di un omicidio-suicidio: una tragedia che si è verificata intorno alle 19 di ieri quando la donna avrebbe preso in braccio il nipotino e si sarebbe lanciata dal balcone. Senza alcun motivo. A dare l’allarme è stato un vicino di casa dopo aver visto i due corpi a terra.

L’appartamento risultava chiuso a chiave così si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Un elemento che agli inquirenti fa pensare a un gesto volontario: la donna, presumibilmente, si è prima barricata a casa con il nipotino, poi – con lui in braccio – ha fatto il salto nel vuoto. I due sono precipitati a terra e poi sono deceduti.

Non è stato ritrovato alcun bigliettino né una lettera che spiegasse le ragioni di questo tragico gesto.

Intanto si inizia ad escludere sempre di più l’ipotesi dell’incidente. La pista privilegiata dagli inquirenti resta quella di un omicidio-suicidio. I motivi sono ancora ignoti.